Pages

1 settembre 2013

Presentazione

Ciao a tutti mi presento: sono Massimiliano, Shado Wave per gli amici in rete.

Il mio percorso verso una dieta crudista fruttariana cominciò 2 anni fa con il primo anno di transizione e questo anno con un regime 100% crudista/fruttariano.

Non è semplice tuttavia mantenere questo tipo di regime alimentare  in una  città dove ogni angolo che ti giri sei circondato da panifici e pizzerie, infatti mi è capitato diverse volte di sgarrare e mangiarmi una focaccia o una pizza veg con le conseguenze poco piacevoli il giorno dopo provocate dal glutine, perchè sì sono celiaco e questo è il motivo principale della mia scelta crudista/fruttariana oltre che ovviamente alla ragione etica animalista.




Da quando seguo questa alimentazione la mia salute è decisamente migliorata: niente più colite e sindrome del colon irritabile, quindi niente più dissenteria/stitichezza, niente più mal di schiena, niente cervicale ne più artriti, scomparsa della dermatite di cui ero affetto da quindici anni, ricrescita capelli persi dall alopecia, niente più catarro lo scorso inverno, perdita di 20 kg di sovrappeso, resistenza all'esposizione solare ( quest'anno ho preso 2 giorni di sole senza creme de protezioni e mi sono abbronzato senza scottarmi ), niente più strani dolori muscolari, niente più alito cattivo la mattina, non russo più la notte, aumento della resistenza fisica, aumento del fiato, energia molto alta.




Ma com'è composta una mia tipica giornata alimentare? 

La mattina bicchierone di acqua tiepida con spremuta  di  limone col spremiagrumi.

Visto che ho degli orari di lavoro particolari dato che comincio alle 11.30, anticipo il pranzo verso le 10.00 a base esclusivamente di frutta: per es. tutta estate mangiavo solo anguria, tipo mezza anguria al giorno, a volte una piccola intera.


 


Adesso che l'autunno si avvicina e finisce la stagione dei cocomeri passo all'uva.
La quantità 2 0 3 bei grappoli belli grossi.

Al lavoro solitamente mi porto qualche pesca o d'inverno qualche mela.

La sera finisco di lavorare alle 20.00 per cui ceno alle 21,00.
Il pasto serale consiste in ciotole giganti di insalate a base di pomodori peperoni, cetrioli, zucchine talvolta insalate a foglia come lattughe radicchi e quando necessita carote grattate, il tutto condito con limone e avocado, niente olio, aceto nè sale.




Per arrivare a questo regime ci ho messo 2 anni passando attraverso vari fasi della transizione che comprende comunque lavaggi intestinali e qualche digiuno specie nella fase iniziale.


Posta un commento